Denuncia di nascita

Ultima modifica 23 marzo 2020

PREMESSA
La denuncia di nascita è obbligatoria entro 10 giorni dalla data del parto.

COME
Se i genitori del bambino sono coniugati, la denuncia di nascita può essere presentata da UNO dei genitori, oppure:

  • al Direttore sanitario dell’istituto in cui è avvenuta la nascita, entro tre giorni dalla data del parto;
  • all’Ufficiale di Stato Civile del comune di residenza della madre (o del padre, se vi è un preciso accordo), entro dieci giorni dalla data del parto;
  • all’Ufficiale di Stato Civile del comune di nascita, sempre entro dieci giorni dalla data del parto; l’Ufficiale di Stato Civile provvederà ad inviare l’atto di nascita per trascrizione al Comune di residenza della madre dove il bimbo sarà iscritto anagraficamente.

Se i genitori del bambino non sono sposati, la denuncia di nascita deve essere presentata:

  • da ENTRAMBI i genitori, con le stesse modalità di cui sopra
  • da uno solo dei genitori se l’altro non intende riconoscere il figlio.

Note
La dichiarazione di nascita, sia che avvenga davanti al Direttore Sanitario che davanti all’Ufficiale di Stato Civile, deve essere corredata dall’attestazione di avvenuta nascita rilasciata dal personale sanitario.
In caso di dichiarazione tardiva (oltre i 10 giorni dalla nascita) il dichiarante deve indicare le ragioni del ritardo. L’Ufficiale dello Stato Civile procede alla formazione dell’atto e ne da’ segnalazione al Procuratore della Repubblica.

COSTI
Nessuno.

Vai alla Modulistica